Relazione di fine mandato e Relazione annuale dei Sindaco

Con le recenti novità normative (D.L. 174/2012 convertito in Legge 213/2012) il legislatore ha voluto rafforzare gli strumenti di controllo di gestione e delle performance degli enti locali. Base di questo sistema rimangono sempre la pianificazione e la programmazione, ovvero la capacità delle amministrazioni di individuare gli obiettivi che si desidera conseguire in uno specifico intervallo temporale, predisponendo i mezzi necessari quali risorse finanziarie, risorse tecnologiche, umane, oltre che le modalità di azione ed i percorsi gestionali per raggiungere le mete prefissate. Ulteriori strumenti introdotti sono quelli in ambito di rendicontazione dei risultati conseguti. Al referto di controllo di gestione si affiancano ora la Relazione annuale del Sindaco, la Relazione di fine mandato e la Relazione di inizio mandato.

La Relazione di fine ed inizio mandato

Il DL 174/2012, cd. Decreto Enti Locali, convertito il 7 dicembre nella Legge 213/12, prevede una serie di adempimenti a carico degli Enti Locali, e regolamenta attraverso l'introduzione di numerose nuove disposizioni un modus operandi a carattere locale fino ad oggi adottato non per obbligo di legge ma al fine di assicurare una corretta gestione amministrativa. ll DL 174/12, infatti, si pone, in linea con il percorso avviato con il DLgs. n. 149/2011 sui meccanismi premiali e sanzionatori per le regioni e gli enti locali, modificando, all'art. 1 bis, l'art. 4 del DLgs 149/201 e rendendo obbligatoria l'adozione della Relazione di fine mandato.

La relazione fine mandato, è predisposta dal Responsabile del servizio finanziario o dal Segretario Generale, ed è sottoscritta dal Sindaco rispettivamente non oltre il novantesimo giorno antecedente la data di scadenza del mandato.

Il Decreto Enti Locali, inoltre, introduce sanzioni in caso di mancato adempimento dell'obbligo di redazione e di pubblicazione nel sito istituzionale, a carico del Sindaco, del Responsabile del servizio finanziario o del Segretario Generale, prevedendo la riduzione della metà dell'importo dell'indennità di mandato e degli emolumenti per le tre successive mensilità. Il sindaco è ulteriormente tenuto a motivare le ragioni della mancata pubblicazione e darne notizia sul sito dell'ente.

La nostra proposta

Lab4, operando da anni nelle azioni di governance degli enti locali, ed alla luce delle esperienze acquisite in quest'ambito, propone una soluzione operativa per il corretto adempimento ai nuovi obblighi di legge previsti dall'art. 1 bis del DL 174/12, che garantisce professionalità ed imparzialità nella redazione del documento.

FASE DI ANALISI

Studio ed analisi della documentazione cosi come disposto dal comma 4 dell'art. 4 del Dlgs 149/2011 relativamente:

FASE DI REDAZIONE

La Relazione annuale del Sindaco

La Relazione annuale del Sindaco di cui all'art.148 del TUEL come riformulato dall'art. 33 del Decreto Legge 24 giugno 2014 n. 91, si inserisce nell'ambito di un ampio intervento operato dal d.l. n. 174/2012 in tema di rafforzamento dei controlli sulle autonomie locali adottato mediante modifica testuale di una serie di disposizioni del TUEL. La specifica misura è funzionale a verificare "la legittimità e la regolarità delle gestioni, nonché il funzionamento dei controlli interni ai fini del rispetto delle regole contabili e dell'equilibrio di bilancio di ciascun ente locale".

Tale misura si colloca in un contesto nel quale viene decisamente innovata la disciplina dei controlli interni con un rinnovato interesse da parte del legislatore alla effettiva funzionalità di un sistema di programmazione, gestione e controllo. I controlli dovranno costituire un solido supporto per scelte decisionali funzionali alla realizzazione di processi di razionalizzazione della gestione e della spesa e ad innescare un radicale mutamento dei comportamenti amministrativi.

La nostra proposta

Lab4, operando da anni nelle azioni di governance degli enti locali, ed alla luce delle esperienze acquisite in quest'ambito, propone una soluzione operativa per il corretto adempimento ai nuovi obblighi di legge previsti dall'art. 148 del TUEL, che garantisce professionalità nella redazione del documento.

FASE DI ANALISI

Studio ed analisi della documentazione cosi come disposto dalla Delibera n. 4/2013 della Sezione Autonomie della Corte dei Conti:

FASE DI REDAZIONE

Grafica, layout e contenuti sono di esclusiva proprietĂ  di Lab4 S.r.l.
Lo strumento informatico M.A.Ga.® costituisce software registrato presso la SIAE. I segni distintivi M.A.Ga.® sono protetti dal diritto di marchio.
Sede legale - ufficio: Via del Pigneto, 35 - 00176 Roma   Capitale sociale 10.000,00 euro - Capitale sociale versato 10.000,00 euro   Tel-Fax: +39 06 7017063   Iscrizione Registro delle Imprese di Roma N°- C.F. - P.Iva: 08521441009